28Set
Ma cos'hai messo nel caffè? Investigazioni Italia
By: investigazioni-italia-mm Acceso: 28 settembre 2018 In: Articoli, News Comments: 0

Indipendentemente dalla formula commerciale (a partecipazione di capitale o indipendente), il rapporto tra azienda di torrefazione e distributore è molto stretto e normalmente di lunga durata. Quando si riesce a sviluppare una relazione di fiducia tra le due parti, per l’azienda di torrefazione si riducono notevolmente i rischi: la conoscenza approfondita del partner, soprattutto se estero è ritenuta di fondamentale importanza, specialmente dalle imprese di medio-piccola dimensione.

“Io, prima di venderti un caffè devo sapere chi sei, che azienda hai, che relazione hai con le persone, come ti comporti e poi la mia azienda sarà sempre aperta” (S. Martin, Diemme Spa).

D’altro canto, la presenza di forme di finanziamento sia diretto (sconti anticipati sul caffè acquistato), che indiretto (fornitura a titolo gratuito di attrezzature e servizi accessori), si traduce nell’annullamento di ogni forma di scrematura del mercato: la percezione di un rischio d’impresa attenuato finisce per attrarre figure professionali poco qualificate, che aumentano il rischio finanziario per il torrefattore, squalificano l’offerta e indeboliscono l’intero comparto.

Per tutte queste ragioni è di fondamentale importanza per i torrefattori poter conoscere, selezionare e monitorare nel tempo i propri rivenditori, che si tratti di coffee shop di proprietà, in partnership o in franchising; e lo ancora di più, quando si tratta di aziende in start-up.

Proprio per i rischi legati al settore specifico, diventa determinante utilizzare strumenti di analisi strategici e investigativi per ottenere informazioni non solo sull’entità giuridica, ma sulle persone fisiche, analizzandone sia l’aspetto economico-patrimoniale che le capacità imprenditoriali, il profilo personale, sociale e familiare.

Investigazioni Italia, grazie alla partnership storica con le aziende leader del settore Torrefazione caffè, ha creato a questo fine dei Dossier investigativi dedicati.

(Si ringrazia per gli spunti il testo: Giuli-Pascucci, Il ritorno alla competitività dell’espresso italiano, Franco Angeli)